"Oltre il visibile c'è l'invisibile. 
Allora?
Non ti fermare al primo"

 

La Nuova Medianità

 

Venerdì (sera) + Sabato

 6-7 Ottobre 2017

10-11 Novembre 2017
12-13 Gennaio 2018

 


con Stefania Croce

Ven 20.00 - 23.00
Sab 9.30 - 18.00 

 

LA NUOVA MEDIANITA'

La medianità è un canale comunicativo alla portata di tutti.

Cosa significa: medianità?

La medianità aiuta ad essere anelli di congiunzione tra Cielo e Terra.
Quando per “Cielo” non intendiamo esclusivamente ciò che sta al di là del nostro corpo ma anche della Nostra Anima  e del Nostro Spirito.

Dunque essenzialmente aprirsi alla medianità serve per mantenere un contatto diretto con il proprio Sé Divino. Successivamente a questo step ci si potrà aprire ad altre energie Maestre.

Gli antichi, questo aspetto della conoscenza, lo comprendevano benissimo; infatti già a Delphi l'epigrafe all'entrata del Tempio citava: “Conosci Te stesso e conoscerai l'Universo e gli Dei”.

Questa modalità di contatto ha la finalità di tacitare la mente inferiore ed entrare in contatto con la Divinità.

Sino a metà dello scorso secolo la medianità era utilizzata come ponte tra l'al di qua e l'al di là. Si tenevano sedute in cui si dialogava con i trapassati.

La nuova medianità invece ha, prevalentemente, finalità evolutive.

Attraverso i messaggi che riceviamo siamo sostenuti dalle Guide Spirituali e dal Nostro Sé Divino a esplorare le nostre potenzialità e talenti, a contattare l'obiettivo animico per il quale ci siamo incarnati, ad essere sempre più autentici con noi stessi, a percepire in buona sostanza chi siamo e dove vogliamo dirigere le energie.

La medianità ci supporta nelle scelte pratiche della quotidianità, ci sostiene quando dobbiamo affrontare un problema o un dilemma. Quando siamo centrati in Noi stessi le parole, le azioni ed i pensieri sono calibrati su quello che veramente desideriamo. Per questo motivo la medianità può essere considerato un talento prezioso da attivare, soprattutto per quelle persone che sono in un cammino spirituale.

 

medi

 

Baba Bedi ha insegnato questo metodo negli anni 80; giunto in Italia dall'India, ci ha donato tanto materiale spirituale, ponendo le basi per la filosofia acquariana. Grazie a lui la medianità si è evoluta come mezzo accessibile in cui il channeler interagisce con le energie e non perdendo il contatto con la realtà.

Il metodo è molto semplice, presuppone la capacità di rilassarsi e lasciarsi andare. Solo questo.

 

I chakra che principalmente veicolano questa comunicazione sono il 4°, 5° e 6°.

Durante i seminari si faranno delle armonizzazioni sui diversi corpi sottili e chakra per accedere profondamente alla meditazione.

Si tratta di un seminario di gruppo in cui sono previste meditazioni, condivisioni e lavori pratici.

I livelli sono 3 di una giornata + una sera ciascuno.

Si può frequentare un livello e non iscriversi al successivo.

Nel 1° livello si comincia a prendere contatto con la propria Scintilla Divina, si parla dell'anatomia vibrazionale di Baba Bedi e a canalizzare.

Nel 2° livello viene fatta una pulizia dell'inconscio e degli antenati e si canalizzeranno le Guide, i Maestri

Nel 3° livello si farà esperienza di channeler per gli altri.

In ogni seminario si consiglia di portare da scrivere, registratore o chiavetta usb, foto o piccoli oggetti da purificare durante la sessione.

 

Puoi richiedere informazioni e iscriverti a info@jivana.it

Scrivici